WikiLeaks: Da caschi blu cibo per sesso con minori in Costa d'Avorio

Abidjan (Costa d'Avorio), 1 set. (LaPresse/AP) - I peacekeeper delle Nazioni unite hanno attirato ragazze minorenni in Costa d'Avorio dando loro cibo in cambio di sesso. È quanto si apprende da documenti diplomatici del gennaio 2010 diffusi recentemente da WikiLeaks, nei quali l'ambasciata statunitense descrive i comportamenti dei caschi blu provenienti dal Benin e stazionati a Toulepleu, città povera nell'ovest della Costa d'Avorio. Il documento riservato rivela che su un campione di dieci ragazze minorenni, otto hanno avuto rapporti sessuali con peacekeeper del Benin nel 2009 in cambio di vitto o alloggio.

Martedì scorso sono state chieste spiegazioni a un portavoce dell'Onu, Michel Bonnardeaux, il quale ha confermato che il 16 aprile 16 caschi blu del Benin sono stati rimpatriati e non potranno più lavorare per l'Onu. "È stato un problema di comando e controllo", ha riferito il portavoce. Dieci dei 16 peacekeeper erano comandanti e i restanti sei soldati. "I comandanti - ha spiegato - non sono riusciti a mantenere un ambiente sicuro che prevenisse sfruttamenti e abusi sessuali".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata