Weiner si candida a sindaco New York a due anni da scandalo foto osé

New York (New York, Usa), 22 mag. (LaPresse/AP) - L'ex deputato democratico statunitense Anthony Weiner lancia ufficialmente la sua candidatura alla carica di sindaco di New York. Un tentativo di rilanciare il suo ruolo politico dopo lo scandalo che nel 2011 lo travolse, costringendolo alle dimissioni, dopo che inviò via Twitter delle sue fotografie osé a una giovane donna.

"Ho commesso alcuni grandi errori, e so che ho deluso un sacco di persone. Ma ho anche imparato alcune lezioni", spiega Weiner in un video su Youtube, pubblicato nella notte. "Correrò per la carica di sindaco perché - aggiunge - ho lottato per la tutta la vita per la classe media e per coloro che fanno fatica. Spero di avere una seconda possibilità". A settembre, come primo passo, Weiner dovrà confrontarsi alle primarie democratiche, molto affollate. Dalla sua parte una buona base di partenza economica per la campagna. Tuttavia, pesa lo scandalo che lo ha reso famoso in tutti gli Usa.

I fatti risalgono al 2011, quando il deputato, sposato, inviò a una donna attraverso il suo profilo di Twitter alcune fotografie in boxer, con una evidente erezione. Inizialmente provò a sostenere che l'account fosse stato hackerato, ma poi dovette ammettere che era stato lui stesso a inviarle. Weiner ammise inoltre di avere avuto conversazioni "inappropriate" con diverse donne, senza tuttavia mai incontrarle. Poco dopo diede le dimissioni.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata