Washington, Bono: Il mondo senza l'Italia sarebbe noioso

Washington (Usa), 18 mag. (LaPresse) - "Le promesse fatte a l'Aquila devono essere mantenute e sono la base per andare avanti". Lo ha detto il cantante degli U2, Bono, co-fondatore dell'organizzazione non profit 'One', durante il suo intervento al simposio Advancing Food and Nutrition Security di Washington. Dopo aver espresso grande apprezzamento per le parole dette da Obama sulla sicurezza alimentare durante il simposio, Bono ha suggerito che ora la sfida è quella di trasformarle in realtà. "Entro il 2050 - ha spiegato - la popolazione dell'Africa sarà due volte quella della Cina" e ha aggiunto che 400 milioni dei poveri del mondo sono in Africa, che in realtà è un continente ricco e con enorme potenziale. "La vera sfida non è come sopperire alla mancanza di risorse, ma come gestirne l'abbondanza. Nove miliardi di persone non possono nutrirsi senza l'Africa" ha detto Bono, che ha aggiunto, però, che la corruzione in tale continente "uccide più bambini dell'Hiv e della malaria messi insieme". Secondo il cantante, la trasparenza è il miglior vaccino contro il peggiore dei mail: la corruzione. "Formare questa partnership richiede serio coraggio. Abbiamo bisogno di aiuti" ha concluso Bono. "Abbiamo bisogno della Germania, della Francia, della Spagna. E diciamolo, il mondo senza l'Italia sarebbe noioso" ha scherzato professando il suo amore per il nostro paese.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata