Walmart non venderà più armi e munizioni ai minori di 21 anni
L'annuncio segue quello di Dick's Sporting Goods, che ha deciso di non vendere più armi d'assalto dopo la sparatoria di Parkland

La catena di commercio al dettaglio americana Walmart ha annunciato che non venderà più armi da fuoco e munizioni a persone sotto i 21 anni di età. L'annuncio segue quello dell'altro marchio del retail Dick's Sporting Goods, che ha deciso di non vendere più armi d'assalto, a seguito della sparatoria nella scuola della Florida in cui il 14 febbraio un 19enne ha ucciso 17 persone. Walmart aveva preso la stessa decisione nel 2015 e ora ha aggiunto, in una dichiarazione: "Rimuoviamo anche dai nostri siti web i prodotti che somiglino a fucili d'assalto, tra cui pistole a pallini e giocattoli non letali".

La scorsa settimana varie compagnie, tra cui linee aeree, assicurazioni e catene di affitto auto, hanno annunciato la fine delle promozioni con la National Rifle Association, rivelando un parziale cambiamento di linea verso le politiche di gestione delle armi da fuoco americane. La lobby delle armi Nra conta più di cinque milioni di membri e si oppone a quasi tutte le proposte per controllare di più la vendita di armi. Dopo la strage di Parkland, gli studenti hanno alzato la pressione chiedendo una riforma in proposito, incontrando anche i rappresentanti al Congresso e lo stesso presidente Donald Trump.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata