Vonn amareggiata: "Io antiUsa? Ce l'ho solo con Trump"
La campionessa messa sotto accusa sui social per le sue dichiarazioni critiche nei confronti del presidente: "Parlerò dopo le gare. Non ho cambiato idea"

Lindsey Vonn antiamericana? La grande campionessa di sci alpino è rimasta malissimo di fronte alle accuse di antiamericanismo che le sono state rivolte sui social per alcune dichiarazioni critiche nei confronti di Donald Trump. La discesista Usa ha ribadito di non voler tornare sull'argomento "per il momento". "Sono la persona più 'americana' che possiate trovare", ha dichiarato. "Vengo dal Minnesota, una terra agricola, i membri della mia famiglia sono gente semplice. Amo il mo Paese e amo gareggiare per gli Stati Uniti. E allo stesso tempo sono fiera di essere qui a rappresentare il mio Paese - ha aggiunto - Per questo mi colpisce quando mi dicono che sono anti-americana, perché è del tutto falso"

Prima di partire per i Giochi di PyeongChang, Vonn si era unita al movimento di famosi sportivi Usa apertamente critici con il presidente Donald Trump e aveva annunciato di voler "rappresentare il popolo americano, non il presidente". La 33enne ha inoltre annunciato che non si recherà alla Casa Bianca, al ritorno dalla Corea del Sud, per il tradizione incontro con gli atleti olimpici americani. "Non vorrei tornare sull'argomento - ha ancora detto - perché penso non sia il momento. Devo concentrarmi sulle gare, che sono la cosa più importante. Ma la mia opinione - ha precisato - non è cambiata. Più avanti, se ci sarà l'opportunità di fare qualcosa di positivo in pista, allora parlerà di nuovo". La prossima gara (la discesa libera nella quale Vonn è favorita insieme all'azzurra Sofia Goggia) è attesa per mercoledì..

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata