Volo AirAsia, co-pilota ai comandi quando aereo andò fuori controllo

Giacarta (Indonesia), 29 gen. (LaPresse/Reuters) - C'era il co-pilota francese Remi Plesel ai comandi del volo QZ8501 quando l'aereo, precipitato nel mare di Giava il 28 dicembre scorso con 162 persone a bordo, è andato fuori controllo. È quanto emerso dalle prime analisi delle scatole nere che, come riferito dal direttore della Commissione nazionale per la sicurezza dei trasporti indonesiana (Ntsc) Mardjono Siswosuwarno, hanno offerto agli investigatori "un quadro piuttosto chiaro" di quanto accaduto negli ultimi istanti del volo. "Il secondo in comando, noto come co-pilota e che normalmente siede a destra nella cabina di pilotaggio, stava pilotando l'aereo", ha detto il direttore del Ntsc in conferenza stampa.

"Il comandante, seduto a sinistra, stava monitorando le operazioni" di Plesel. Il capitano Iriyanto, una volta visto che l'aereo aveva cominciato ad avere repentini cambi di quota, avrebbe preso i comandi, hanno riferito altri funzionari indonesiani. Già in precedenza le autorità indonesiane avevano reso noto che l'aereo aveva improvvisamente preso quota per poi andare in stallo e precipitare. La causa esatta del disastro, però, non è stata ancora accertata. L'Airbus della compagnia AirAsia è precipitato mentre percorreva la rotta da Surabaya, in Indonesia, a Singapore.

Fonte Reuters - Traduzione LaPresse

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata