Virus cinese, Tribunale: Chi lo diffonde rischia pena di morte

Milano, 4 feb. (LaPresse) - L'Alta corte del popolo della provincia di Heilongjiang, nella Cina nord-orientale, ha pubblicato un avviso urgente per reprimere i crimini legati al coronavirus che prevede che chi diffonda il virus intenzionalmente e metta in pericolo la sicurezza pubblica possa essere condannate a morte. Lo riporta il Global times. Le persone che usano il virus per creare o diffondere rumors, per promuovere la secessione dalla Cina, minare l'unità nazionale o incitare la sovversione del potere statale o il rovesciamento del sistema socialista, invece, rischiano fino a 15 anni di carcere.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata