Violenza in Israele, palestinese ucciso da esercito e ebreo accoltellato

Gerusalemme, 7 ott. (LaPresse) - Violenza in Israele. L'esercito israeliano ha ucciso oggi un palestinese dopo che questi aveva accoltellato un soldato a Kiryat Gat, nel sud di Israele. Il soldato è risultato ferito lievemente. Lo riferisce l'ufficio israeliano di informazione militare. A Gerusalemme vecchia, vicino alla Porta dei leoni, una donna palestinese ha, invece, aggredito un ebreo di 36 anni ferendolo nella parte superiore del corpo.

Il caso è riportato dal Jerusalem Post che, citando come fonte la polizia israeliana, fa sapere che l'uomo era armato e ha reagito sparando contro la donna, che aveva tentato di accoltellarlo, e neutralizzandola. L'uomo ha riportato ferite lievi, è stato curato sul posto e poi trasferito in ospedale. La donna sarebbe stata trasportata in ospedale in condizioni gravi.

A seguito dell'accoltellamento nella città vecchia di Gerusalemme è stata chiusa la Porta di Damasco, fra gli accessi principali alla zona vecchia della città. Lo ha riferito la polizia.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata