Venezuela, opposizione in piazza: Referendum contro Maduro
La manifestazione nel centro della capitale, è stata organizzata due giorni fa dalla coalizione di opposizione Ufficio di Unità Democratica (MUD)

 Centinaia di oppositori venezuelani sono scesi oggi in strada a Caracas per chiedere alle autorità elettorali che diano risposta alla loro richiesta di indire un referendum per porre fine al mandato del presidente Nicolas Maduro. La manifestazione, iniziata alle 10 locali (le 18 in Italia) nel centro della capitale, è stata organizzata due giorni fa dalla coalizione di opposizione Ufficio di Unità Democratica (MUD) come misura di pressione sul Consiglio nazionale elettorale perchè indica il referendum.

"Qui non ci sarà soluzione al dramma del Venezuela senza consultare il Paese, senza consultare il popolo e questa consultazione si chiama referendum", ha dichiarato il segretario esecutivo del Mud, Jesús Torrealba, precisando che l'opposizione resterà in strada con una mobilitazione costante, "nei luoghi dove il governo meno se lo aspetta", per chiedere il referendum. Quella di oggi, seconda protesta dell'opposizione in una settimana, arriva dopo la dichiarazione del presidente Maduro dello stato di emergenza che gli concede "poteri sufficienti" per affrontare un presunto golpe contro di lui. Per Torrealba questo stato di emergenza ha a che fare con "gli intrighi che si stanno verificando all'interno dello chavismo, e con l'implosione" che secondo lui sta accadendo nel governo.
 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata