Venezuela entra nel Mercosur, Chavez: Si realizza nostro progetto

Brasilia (Brasile), 31 lug. (LaPresse/AP) - Il Venezuela è entrato ufficialmente a fare parte del Mercosur, un passo avanti che garantisce al governo di Hugo Chavez maggiori legami con le potenze economiche della regione. Oggi il presidente era a Brasilia, dove ha incontrato il capo di Stato brasiliano Dilma Rousseff, e quelli di Argentina, Cristina Kirchner, e Uruguay, José Mujica. "Abbiamo atteso questo giorno per tutti questi anni. Per il Venezuela è molto importante, perché è la nostra strada, il nostro progetto, un'unione Sudamericana", ha commentato Chavez parlando con i giornalisti dopo aver incontrato la Rousseff. "E per il Mercosur - ha aggiunto - si è aperta una porta gigantesca. Il Mercosur è ora anche Caraibi".

In precedenza il Venezuela era un membro associato dell'organismo, come Bolivia, Cile, Colombia e Perù. "L'incorporamento del Venezuela - si legge in una nota del ministero degli Esteri brasiliano - modifica il posizionamento strategico del blocco che ora si estende dai Caraibi fino all'estremo sud del continente. Il Mercosur si sta anche posizionando come potenza energetica globale per le risorse rinnovabili e non".

Chavez ha spinto per anni per ottenere lo status di membro a tutti gli effetti, ma è stato ostacolato dal parere negativo del Paraguay. Questa nuova posizione consentirà a Caracas di godere del diritto di veto sulle decisioni del blocco. L'accelerazione dell'ingresso del Venezuela è avvenuta dopo la sospensione del Paraguay, dopo l'impeachment del presidente Fernando Lugo, e che sarà valida almeno fino a quando non si terranno nuove elezioni presidenziali il prossimo anno. Il Mercosur ha impedito all'ex vicepresidente paraguayano Federico Franco, che ha preso il posto di Lugo, di partecipare agli incontri del blocco.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata