Uzbekistan, il presidente Karimov è morto a 78 anni
A dare la notizia fonti diplomatiche: era in ospedale da sabato

Il presidente uzbeko Islam Karimov è morto a 78 anni. Lo hanno fatto sapere fonti diplomatiche, dopo che il governo aveva riferito che era in ospedale da sabato e versava in gravi condizioni di salute.

Il Paese si prepara quindi alla prima successione del potere dal 1989. Le condizioni di salute del 78enne erano peggiorate molto nelle ultime 24 ore, ha spiegato in una nota il governo, diffusa dal quotidiano ufficiale Narodnoye Slovo. Karimov era in ospedale quando è stato colpito da un ictus. Ha guidato il Paese in modo autoritario dal 1989, prima come leader comunista, poi come presidente dal 1991. Non ha un successore destinato e secondo gli analisti la transizione sarà decisa da un piccolo gruppo di funzionari di alto rango e dai familiari. Tuttavia, se questi non riuscissero a trovare un accordo, il Paese potrebbe andare verso la destabilizzazione.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata