Usa, Weinstein rischia l’ergastolo
L'ex produttore cinematografico americano Harvey Weinstein, già incriminato per stupro e aggressione sessuale nei confronti di due donne, è stato incriminato anche per un'altra aggressione sessuale su una terza donna. Il procuratore di Manhattan, Cyrus Vance, ha spiegato in un comunicato che le nuove accuse riguardano un fatto accaduto nel 2006 e per cui la pena minima in caso di condanna è di 10 anni di carcere ma potrebbe arrivare anche all’ergastolo. Le incriminazioni precedenti riguardavano casi di violenze che sarebbero avvenuti nel 2013 e 2014. Weinstein si è dichiarato non colpevole.