Usa vieta ingresso capo esercito Myanmar per 'pulizia etnica' Rohingya

Washington (Usa), 16 lug. (LaPresse/AFP) - Gli Stati Uniti hanno fatto sapere oggi che verrebbe bandito l'ingresso nel Paese del capo dell'esercito del Myanmar e altri quattro generali a causa del loro ruolo nella "pulizia etnica" della minoranza Rohingya. "Con questo annuncio, gli Stati Uniti sono il primo governo a prendere pubblicamente provvedimenti nei confronti della più alta dirigenza dell'esercito birmano", ha dichiarato il segretario di Stato americano, Mike Pompeo, riferendosi al Myanmar con il suo precedente nome di Burma.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata