Usa, uomo uccide moglie e pubblica foto su Facebook, poi si costituisce

South Miami (Florida), 9 ago. (LaPresse/AP) - Un uomo negli Stati Uniti è stato accusato di omicidio di primo grado, dopo che secondo le autorità ha confessato di aver ucciso la moglie e ha apparentemente pubblicato su Facebook una foto del suo cadavere. La polizia di Miami-Dade ha reso noto che il 31enne Derek Medina si è consegnato alle autorità, affermando di aver ucciso la moglie 26enne Jennifer Alfonso nella loro casa di South Miami. Secondo il racconto dell'uomo l'omicidio è avvenuto dopo un alterco. Medina avrebbe sparato alla la donna e poi avrebbe pubblicato un post sulla sua pagina Facebook, scrivendo "Andrò in prigione o sarò condannato a morte per aver ucciso mia moglie". Nel suo messaggio l'uomo ha scritto che la moglie lo aveva picchiato e che lui non intendeva più sopportare questi abusi. Successivamente l'uomo avrebbe pubblicato anche una foto del corpo della moglie.

L'immagine è rimasta online per cinque ore, poi è stata rimossa da Facebook. Quando i poliziotti si sono recati nell'abitazione della coppia hanno trovato il corpo della donna e la sua figlia di 10 anni, illesa. Una portavoce di Facebook ha dichiarato in una mail ad Associated Press che non poteva commentare un'indagine di polizia ma che poteva fornire un commento generale da parte dell'azienda. " Il contenuto ci è stato segnalato" ha dichiarato la portavoce, aggiungendo che "l'azienda ha agito sul profilo rimuovendo il contenuto e disabilitando il profilo. Abbiamo contattato la polizia. Agiamo su ogni contenuto che viola i nostri termini, che sono chiaramente indicati sul nostro sito".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata