Usa, sparatoria a festa giovani in casa in Texas: 2 morti e 22 feriti

Houston (Texas), 10 nov. (LaPresse/AP) - Due persone sono rimaste uccise e almeno altre 22 sono rimaste ferite nel corso di una sparatoria avvenuta durante una grande festa in casa in una periferia di Houston, in Texas. Lo hanno reso noto le autorità, aggiungendo che l'episodio è avvenuto sabato sera (ora locale). Secondo l'Ufficio dello sceriffo della contea di Harris alla festa stavano partecipando più di 100 persone, la maggior parte dei quali giovani. I ragazzi si erano dati appuntamento in una casa nel quartiere di Cypress. La sparatoria è avvenuta tra le 23.30 e mezzanotte (ora locale). Le due vittime, un uomo e una donna, sono morte una sul posto e l'altra in ospedale. Tra i feriti, ha reso noto lo sceriffo, ci sono persone in condizioni critiche. Non sono stati aggiunti dettagli sull'identità delle vittime. E' in corso la ricerca di due sospetti. Non si sa ancora quanti colpi sono stati sparati nè quale sia il possibile motivo.

"E' stata una scena piuttosto caotica" ha dichiarato il portavoce dell'ufficio dello sceriffo, Thomas Gilliland, al Houston Chronicle, aggiungendo che alcune persone sono state viste giacere a terra, altre correre. La testimone Karen Briones era in visita da alcuni parenti nel quartiere quando ha assistito alla scena. "C'erano ragazze che piangevano e urlavano, bussando alle porte delle case. Chiedevano aiuto e di chiamare" la polizia, ha dichiarato Briones al giornale. I feriti sono stati trasportati in almeno cinque centri sanitari e ospedali della zona, ha reso noto lo sceriffo. Alcuni sono stati portati dai paramedici, altri da veicoli privati. La portavoce dell'ufficio dello sceriffo ha reso noto che alcuni sono stati feriti al piede, alla caviglia o al fianco. Altri hanno subito distorsioni delle caviglie. Secondo la portavoce dell'ufficio dello sceriffo Christina Garzia almeno un genitore si trovava nella casa. Gli investigatori stanno cercando di capire se sia stato servito alcool alla festa.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata