Usa, sindaco New York difende polizia: Non perseguita gruppi etnici

New York (New York, Usa), 30 dic. (LaPresse/AP) - Il sindaco di New York Michael Bloomberg ha difeso il dipartimento di polizia della città, il Nypd, criticato dalla comunità islamica dopo la pubblicazione di una serie di notizie di Associated Press che denunciavano particolari sistemi usati per controllare i musulmani. In particolare, il dipartimento avrebbe infiltrato agenti e utilizzato informatori per spiare alcune comunità, anche senza aver avuto segnalazioni di presunte attività sospette. Il Nypd, ha detto Bloomberg, non prende di mira alcun gruppo etnico, aggiungendo poi che gli agenti "vanno dove c'è notizia di potenziali minacce".

Quindici leader musulmani hanno nel frattempo disertato in segno di protesta l'annuale colazione offerta dal sindaco agli esponenti delle diverse confessioni della città. I religiosi hanno scritto una lettera al sindaco in cui esprimono il disaccordo con la sua posizione. Paul Browne, portavoce della polizia, ha detto che non è vero che le forze dell'ordine hanno spiato la comunità.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata