Usa, sì a rete antisuicidi per ponte Golden Gate di San Francisco

San Francisco (California, Usa), 27 giu. (LaPresse/AP) - Il Consiglio direttivo del Golden Gate Bridge ha deciso all'unanimità di stanziare 76 milioni di dollari per installare reti di protezione anti suicidio sul ponte. Dalla sua apertura nel 1937, il Golden Gate è infatti stato teatro di oltre 1.400 suicidi. Solo l'anno scorso le persone che si sono tolte la vita saltando dal ponte sono state 46, cifra record. Nel 2012 si suicidò in questo modo anche Tony Scott, regista di film come 'Top Gun' e fratello di Ridley Scott. Venti milioni dello stanziamento provengono dai pedaggi pagati dagli automobilitisi per l'attraversamento, lo Stato ha promesso 7 milioni, gli altri saranno fondi federali. Alcune approvazioni per gli stanziamenti sono ancora necessarie, quindi servono ulteriori passi perché il sì alla realizzazione delle protezioni sia effettivo.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata