Usa, seconda notte coprifuoco a Ferguson: polizia usa gas lacrimogeni

Ferguson (Missouri, Usa), 18 ago. (LaPresse/AP) - Scontri fra polizia e manifestanti nella seconda notte di coprifuoco a Ferguson, il sobborgo di St. Louis in Missouri dove sabato 9 agosto un poliziotto bianco ha ucciso il 18enne nero Michael Brown. Il governatore Jay Nixon ha ordinato il coprifuoco dalla mezzanotte alle 5 del mattino (ora locale), ma questa volta ci sono stati scontri fra agenti e residenti, anche intere famiglie, scese in strada per manifestare. I civili hanno avanzato contro la polizia che ha risposto con gas lacrimogeni. A quel punto la maggior parte dei dimostranti si è ritirata, ma un centinaio è rimasto ed è stato fronteggiato con veicoli blindati. Le autorità hanno fatto sapere di aver risposto a segnalazioni di sparatorie, saccheggi e atti di vandalismo, mentre alcuni manifestanti avrebbero lanciato bombe molotov.

(Segue) Ferguson (Missouri, Usa), 18 ago. (LaPresse/AP) - "In base alle condizioni, non ho avuto un'alternativa e ho dovuto innalzare il livello di risposta", ha riferito il capitano Ron Johnson della Missouri State Highway Patrol, attualmente a capo della sicurezza a Ferguson. Almeno due persone, ha aggiunto, sono rimaste ferite nelle sparatorie. Sempre ieri, circa 150 persone hanno manifestato a St. Louis in solidarietà con Darren Wilson, il poliziotto che ha ucciso Brown. I dimostranti si erano radunati davanti alla sede della tv locale Ksdk, che aveva trasmesso immagini girate vicino alla casa dell'agente.

Scontri fra polizia e manifestanti nella seconda notte di coprifuoco a Ferguson, il sobborgo di St. Louis in Missouri dove sabato 9 agosto un poliziotto bianco ha ucciso il 18enne nero Michael Brown. Il governatore Jay Nixon ha ordinato il coprifuoco dalla mezzanotte alle 5 del mattino (ora locale), ma questa volta ci sono stati scontri fra agenti e residenti, anche intere famiglie, scese in strada per manifestare. I civili hanno avanzato contro la polizia che ha risposto con gas lacrimogeni. A quel punto la maggior parte dei dimostranti si è ritirata, ma un centinaio è rimasto ed è stato fronteggiato con veicoli blindati. Le autorità hanno fatto sapere di aver risposto a segnalazioni di sparatorie, saccheggi e atti di vandalismo, mentre alcuni manifestanti avrebbero lanciato bombe molotov.

(Segue) Ferguson (Missouri, Usa), 18 ago. (LaPresse/AP) - "In base alle condizioni, non ho avuto un'alternativa e ho dovuto innalzare il livello di risposta", ha riferito il capitano Ron Johnson della Missouri State Highway Patrol, attualmente a capo della sicurezza a Ferguson. Almeno due persone, ha aggiunto, sono rimaste ferite nelle sparatorie. Sempre ieri, circa 150 persone hanno manifestato a St. Louis in solidarietà con Darren Wilson, il poliziotto che ha ucciso Brown. I dimostranti si erano radunati davanti alla sede della tv locale Ksdk, che aveva trasmesso immagini girate vicino alla casa dell'agente.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata