Usa, procura: No a offerta killer cinema Aurora di ammettere colpa

Denver (Colorado, Usa), 29 mar. (LaPresse/AP) - La procura ha respinto l'offerta di James Holmes, l'autore della strage nel cinema di Aurora nel luglio 2012, il quale era pronto a dichiararsi colpevole per evitare la pena di morte. I procuratori hanno inoltre accusato gli avvocati della difesa di aver violato le regole del tribunale rendendo pubblica la notizia dell'offerta e di non aver condiviso con la pubblica accusa informazioni necessarie per valutare la proposta di Holmes. La procura ha aggiunto infine che il raggiungimento di un accordo con la difesa è "altamente improbabile".

Chiunque legga notizie sui giornali, si legge nel documento presentato dalla procura al tribunale, ha sicuramente capito che "l'imputato sa di essere colpevole, gli avvocati della difesa sanno che è colpevole e sia lui che loro sanno che non è malato di mente". Holmes è accusato di omicidio e tentato omicidio per la morte di 12 persone e il ferimento di altre 70, quando aprì il fuoco durante la proiezione della prima del film 'Il cavaliere oscuro. Il ritorno'.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata