Usa, orso che ispirò 'Teddy Bear' non è più a rischio estinzione
L'orso entrò nella cultura americana nel 1902, dopo una battuta di caccia in cui l'allora presidente Roosevelt

L'orso nero della Louisiana, che diede l'ispirazione al celebre peluche 'Teddy Bear', non è più a rischio estinzione. Il Fish and Wildlike Service degli Usa ha infatti rimosso la specie dall'elenco federale degli animali selvatici in pericolo: attualmente ci sono tra i 500 e i 570 orsi neri americani nel Paese; un forte aumento rispetto ai 150 individuati nel 1992, quando la specie fu segnalata come a rischio.
L'orso entrò nella cultura americana nel 1902, dopo una battuta di caccia in cui l'allora presidente Usa Theodore Roosevelt si rifiutò di sparare ad un orso legato ad albero da dei cacciatori. Il caso diede lo spunto ad un proprietario di un negozio di Brooklyn, che creò l'orsacchiotto 'Teddy Bear'.

 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata