Usa, ora si guarda al 2016: occhi su Clinton e governatori Gop

Washington (Usa), 5 nov. (LaPresse/AP) - Con le elezioni di midterm completate, negli Stati Uniti la concentrazione si sposta adesso al voto presidenziale del 2016. Di seguito un elenco di cinque punti da tenere in considerazione nella campagna elettorale già di fatto partita in vista della corsa alla Casa Bianca.

HILLARY CLINTON SOTTO ATTACCO. L'ex segretaria di Stato americana, Hillary Clinton, non era candidata nelle elezioni di metà mandato, ma i repubblicani hanno già iniziato a stuzzicarla, vista la più volte ventilata ipotesi che si possa candidare per la Casa Bianca con i democratici per il 2016. Il Comitato nazionale repubblicano ha già attivato una squadra che lavora contro la ex first lady e il senatore del Kentucky Rand Paul ha descritto le difficoltà dei democratici alle ultime elezioni come "un fallimento epico da parte dei Clinton".

I GOVERNATORI DEL MIDWEST. Scott Walker, riconfermato governatore del Wisconsin, è solo uno di un ambizioso gruppo di governatori repubblicani che nel voto di midterm hanno ottenuto un secondo mandato. Ognuno dei componenti di questo gruppo, che include il governatore dell'Ohio John Kasich e quello del Michigan Rick Snyder, è un possibile candidato alla presidenza dal momento che nessuno di loro ha escluso l'ipotesi di correre per la Casa Bianca.

LA GRANDE NOTTE DI CHRIS CHRISTIE. Chris Christie, governatore del New Jersey, ha dato un grande aiuto ai repubblicani nell'ampliare il vantaggio sui democratici nel conteggio degli Stati sotto il loro controllo, arrivato a 29 contro 21. Christie, presidente dell'Associazione dei governatori repubblicani e possibile candidato Gop alla Casa Bianca, ha infatti aiutato il partito a strappare ai democratici Maryland, Massachusetts, Arkansas e Illinois, perdendo solamente la Pennsylvania.

L'ASCESA DI JEB BUSH. L'ex governatore repubblicano della Florida Jeb Bush è considerato un possibile frontrunner per la Casa Bianca nel 2016 ma, in un'apparizione ad Austin dopo il voto di midterm, non ha rilasciato dichiarazioni e ha lasciato invece la scena al figlio George P. Bush, eletto in Texas come commissario del Territorio.

EXIT POLL SCORAGGIANTI. Gli exit poll del voto di midterm hanno evidenziato che nessuno dei potenziali candidati alla presidenza nel 2016 viene considerato adatto alla Casa Bianca dalla maggior parte degli elettori. Hillary Clinton ha ottenuto il risultato migliore, con il 40% dei consensi. Fra i possibili candidati repubblicani presi in esame, nessuno ha superato il 30%.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata