Usa, ondata di manifestazioni: sì a riforma legge su immigrazione

Washington (Usa), 11 apr. (LaPresse/AP) - Decine di migliaia di persone hanno manifestato in diverse parti degli Stati Uniti per chiedere al Congresso di approvare riforme che offrirebbero a circa 11 milioni di immigrati irregolari la possibilità di ottenere la cittadinanza. Manifestazioni sono state organizzate in almeno 18 Stati e nella capitale Washington, dove una folla di attivisti si è radunata nei pressi del Campidoglio. In molti inneggiavano 'Si, se puede', ossia 'Yes, we can' in spagnolo, lo slogan della campagna elettorale del 2008 del presidente Usa Barack Obama.

Proteste si sono tenute anche ad Atlanta, New York, San Francisco e San Diego. I senatori che stanno preparando una bozza di legge sull'immigrazione sperano di terminare il lavoro questa settimana. Al centro del dibattito i controlli delle frontiere, i permessi di lavoro e la cittadinanza per immigrati irregolari che vivono negli Usa. A giugno dell'anno scorso Obama aveva lanciato un programma che permette ai giovani immigrati clandestini arrivati negli Stati Uniti da bambini di chiedere un permesso di lavoro. Nel suo discorso sullo Stato dell'unione a febbraio scorso il presidente aveva inoltre chiesto al Congresso di approvare il prima possibile la riforma della legge sull'immigrazione.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata