Usa, oltre 31mila evacuazioni a causa di incendi in area San Diego

Carlsbad (California, Usa), 15 mag. (LaPresse/AP) - Circa 31mila persone sono state fatte evacuare da case e campus universitari dell'area di San Diego, in California, a causa di una serie di incendi attivi nella zona. Un vigile del fuoco intervenuto per domare le fiamme ha subito una lieve ustione e un altro ha inalato del fumo ma, oltre a loro, non sono stati registrati finora feriti in relazione agli incendi. Il governatore della California Jerry Brown ha dichiarato lo stato di emergenza per la contea di San Diego, provvedimento che sblocca risorse e fondi speciali per i vigili del fuoco.

Il rogo che desta maggiori preoccupazioni per la popolazione è scoppiato nel tardo pomeriggio di ieri a San Marcos, pochi chilometri a nord di San Diego, dove le autorità hanno chiesto a 21mila persone di lasciare le loro case. Altre 10mila persone, residenti del campus della California State University, hanno ricevuto lo stesso ordine. Le fiamme hanno distrutto almeno cinque strutture dell'università e delle abitazioni private, ma non è chiaro quante. L'incendio più distruttivo sta devastando le aree intorno alla città costiera di Carlsbad, dove sorge il parco tematico Legoland, chiuso a causa di un blackout elettrico provocato dal rogo. Le scuole della città sono state chiuse, così come in quasi tutta la contea di San Diego, e la loro riapertura non è attesa prima della prossima settimana. Incendi di minore entità hanno spinto le autorità a emettere ordini di evacuazione a Lakeside e alla base dei marines di Camp Pendleton, ma l'allarme è rientrato in poche ore.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata