Usa, Obama regolarizza 5 milioni immigrati irregolari

Washington (Usa), 21 nov. (LaPresse/AP) - Il presidente degli Stati Uniti Barack Obama ha ordinato ampi cambiamenti nel sistema dell'immigrazione degli Usa, che proteggeranno quasi 5 milioni di persone dal rimpatrio. In un discorso trasmesso dalla televisione, Obama ha spiegato le sue decisioni, affermando che intraprendere azioni esecutive è un piano "di buon senso" coerente con quello che hanno fatto i suoi predecessori di entrambi i partiti. Il presidente Usa ha insistito che le sue azioni non equivalgono a un'amnistia. "Amnistia è il sistema di immigrazione che abbiamo oggi. Milioni di persone che vivono qui senza pagare le tasse o rispettare le regole, mentre i politici usano l'argomento per spaventare la gente e ottenere voti al momento delle elezioni", ha detto Obama. Milioni di immigrati che vivono illegalmente negli Stati Uniti verranno salvati dal rimpatrio ricevendo permessi di lavoro. Altri milioni rimarranno nel limbo.

Il presidente ha annunciato nuove priorità nei rimpatri che costringeranno le forze dell'ordine a concentrare i loro sforzi sul rintracciare persone che hanno compiuto reati gravi e che hanno attraversato di recente il confine, dando specificamente una bassa priorità a coloro che sono negli Stati Uniti da oltre 10 anni. I principali beneficiari delle azioni del presidente sono immigrati che vivono negli Stati Uniti illegalmente da oltre cinque anni, ma i cui figli sono cittadini o residenti permanenti legali. Queste persone adesso possono ottenere la protezione dal rimpatrio per tre anni e ottenere permessi di lavoro. L'amministrazione prevede che circa 4,1 milioni di persone abbiano i requisiti. Obama allargherà anche la sua direttiva del 2012 che ha rinviato il rimpatrio per alcuni giovani immigrati entrati nel Paese illegalmente.

Il presidente Usa espanderà l'idoneità alle persone arrivate negli Usa come minori prima del 2010, invece del corrente limite al 2007, e toglierà il requisito che i minori debbano avere meno di 31 anni. Si prevede che il provvedimento riguardi circa 300mila persone. Obama ha spiegato che anche se c'è stato un breve aumento dei minori non accompagnati arrivati attraverso il confine quest'estate, in tutto il numero delle persone che cercano di attraversare la frontiera illegalmente è ai livelli più bassi dagli anni Settanta. Obama ha anche illustrato i suoi tentativi di rafforzare la sicurezza al confine tra Usa e Messico, e ha promesso di continuare a destinare risorse a queste zone, e di alleggerire le code nei tribunali dell'immigrazione.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata