Usa, Obama: Fiscal cliff evitato grazie a voti dei Gop e democratici

Washington (Usa), 2 gen. (LaPresse/AP) - "Grazie ai voti dei repubblicani e dei democratici al Congresso firmerò una legge che aumenterà le tasse per il 2% degli americani più ricchi e al tempo stesso eviterà aumenti di tasse che potrebbero portare l'economia di nuovo in recessione". Lo ha detto il presidente Usa Barack Obama, intervenendo dalla Casa Bianca dopo che la Camera ha approvato l'accordo mirato a evitare il cosiddetto precipizio fiscale. L'accordo sul fiscal cliff si basa sulla convinzione che il deficit debba essere ridotto in una maniera equilibrata, ha detto Obama intervenendo dalla Casa Bianca dopo che il Congresso ha approvato la misura volta a evitare il cosiddetto precipizio fiscale. Il presidente ha sottolineato che il deficit è "ancora troppo alto" e ha aggiunto di non voler negoziare con il Congresso su un ulteriore aumento del tetto del debito. Secondo Obama, l'accordo sul fiscal cliff rappresenta un tentativo di modificare il sistema fiscale degli Stati Uniti, troppo favorevole per le persone benestanti. "Credo che ci siano ancora altre spese inutili del governo che possiamo eliminare", ha aggiunto Obama. Il presidente ha affermato di essere pronto a lavorare quest'anno per ridurre ulteriormente le spese della sua amministrazione e ha ammesso che bisogna trovare un modo per risparmiare su Medicare, il programma governativo che garantisce l'assistenza sanitaria alle persone anziane. L'accordo sul fiscal cliff mostra una strada per i politici, che si concentrano su quello che è giusto per il Paese, ha detto il presidente Usa. Obama ha parlato accanto al vicepresidente Joe Biden, il quale ha contribuito con la sua mediazione al raggiungimento dell'accordo con il leader dei repubblicani al Senato, Mitch McConnell.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata