Usa, Obama firmerà decreto contro discriminazioni a contractor gay

Washington (Usa), 16 giu. (LaPresse/AP) - Il presidente degli Stati Uniti, Barack Obama, firmerà un decreto che vieta ai contractor del governo federale di compiere discriminazioni contro dipendenti gay. Lo riferisce una fonte della Casa Bianca, senza però precisare quando, e limitandosi a dire che Obama ha chiesto al suo staff di predisporre tutto per la firma. La decisione del presidente segue anni di pressioni da parte dei gruppi per la tutela dei diritti dei gay. La Casa Bianca aveva detto più volte che avrebbe preferito che il Congresso approvasse il provvedimento in forma di legge, da applicare a quasi tutti i dipendenti federali. Il testo è stato approvato in Senato, ma si è poi arenato alla Camera, a maggioranza repubblicana, e ci sono scarsi segnali che i deputati lo riprendano in considerazione in previsione delle elezioni di midterm di questo autunno.

Al momento negli Stati Uniti non c'è nessuna legge federale che vieti esplicitamente sul posto di lavoro le dicriminazioni sulla base dell'orientamento sessuale. Obama non ha l'autorità per estendere le tutele a tutti i cittadini statunitensi, ma può emettere decreti che estendano la protezione ai contractor, che costituiscono circa un quarto della forza lavoro degli Stati Uniti. Domani Obama si recherà a New York per l'evento annuale di raccolta fondi Lgbt del Democratic National Committee (Dnc), l'organizzazione alla base del Partito democratico statunitense. In passato i donatori Lgbt hanno sfruttato questa occasione per fare pressioni sul presidente Usa sulla questione.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata