Usa, Obama: Cittadini esortino Congresso, accordo su debito possibile

Washington (Usa), 28 nov. (LaPresse/AP) - Un compromesso tra democratici e repubblicani per la riduzione del debito potrà essere raggiunto prima di Natale. Sono l'auspicio e la speranza del presidente degli Stati Uniti Barack Obama, oggi intervenuto alla Casa Bianca sul rischio del fiscal cliff. Un'espressione ormai celebre per indicare una serie di misure di austerità e tagli che, in caso di mancata intesa sulla riduzione del debito, entrerebbero in vigore da inizio 2013.

E' necessario "affrontare il problema" della riduzione del debito "tenendo presente la situazione della classe media", ha aggiunto il presidente. "I cittadini - ha proseguito - ci osservano", "la classe media sa quanto è difficile ad arrivare a fine mese". Obama ha quindi esortato la popolazione a fare pressioni sul Congresso affinché arrivi a un'approvazione dell'accordo, anche attraverso social network e email. "Dite al Congresso cosa significa per voi rinunciare a 2.000 dollari di sgravi fiscali", ha detto Obama suggerendo ai cittadini di utilizzare su Twitter l'hastag #my2k (ossia 'i miei 2.000').

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata