Usa, nuova audizione per Zuckerberg
Nuova audizione per il fondatore di Facebook Mark Zuckerberg davanti al Congresso americano, questa volta davanti alla Camera dei rappresentati, per riferire sullo scandalo Cambridge Analytica, la società che ha sfruttato i dati di 87 milioni di utenti per creare pubblicità mirate e influenzare, sembra, la campagna elettorale americana e quella sul voto sulla Brexit. "Anche i miei dati erano fra quelli acquisiti da Cambridge Analytica", ha raccontato Zuckerberg che poi ha aggiunto: "Penso che sia inevitabile che i social network vengano regolamentati ma bisogna fare attenzione". Ieri era stato ascoltato per cinque ore dalla commissione congiunta Giustizia e Commercio al Senato.