Midterm, in Colorado il primo governatore gay. Sorprese nei referendum

Un passo non da poco per lo "Stato dell'odio". Il Michigan ha legalizzato l'uso ricreativo della cannabis. Colpo all'aborto in Alabama

Oltre a disegnare nuovi equilibri al Congresso, nelle elezioni di Midterm gli americani hanno scelto i governatori di 36 Stati e si sono espressi su referendum in 22 Stati. Nella scelta delle politiche e dei politici che guideranno gli Stati, ci sono state alcune sorprese. Il democratico Jared Polis è stato eletto in Colorado e sarà il primo governatore dichiaratamente gay a guidare uno Stato americano. È la seconda persona Lgbt a ottenere l'incarico, dopo la bisessuale Kate Brown nel 2015. Un passo non da poco per il Colorado, soprannominato "Stato dell'odio". In Illinois la democratica Juliana Stratton è invece stata eletta vice governatrice, diventando la prima donna a ricoprire l'incarico.

Resta "too close to call", ancora incerta, la sfida in Georgia tra la democratica Stacey Abrams e il repubblicano Brian Kemp. Abrams potrebbe diventare la prima donna nera della storia americana a guidare uno Stato. A separarli sono poco più di 37mila voti, Kemp con il 50,3% e la democratica con il 48,7%, e lei ha promesso di restare in attesa "sino a quando ogni voto sarà contato", dopo che ha accusato Kemp, anche segretario di Stato in Georgia, di aver interferito nell'accesso al voto di alcune fasce di popolazione.

Anche il Maine segna una "prima volta" con la sua prima governatrice, la democratica Janet Mills, in precedenza procuratrice generale. Il suo sfidante, Paul LePage, è noto per i commenti razzisti. Grande attesa c'era poi per la Florida, dove ha vinto il repubblicano Ron DeSantis, dopo una campagna a fosche tinte razziali contro il democratico afroamericano Andrew Gillum. Se Gillum avesse vinto, sarebbe stato il primo governatore nero della Florida.

Tanti i referendum, sui temi più disparati. Il Michigan è diventato il decimo Stato americano a legalizzare l'uso ricreativo della cannabis, con una tassa del 10% sulle vendite per finanziare autorità locali, trasporti e istruzione. Il consumo della sostanza è stato legalizzato anche in Missouri, ma per motivi medici, con una tassa del 4% destinata ai veterani, e in Utah. Un colpo al diritto d'aborto in Alabama, dove è stato approvato un emendamento alla Costituzione che equipara il feto a "una persona nata", precisando di "non difendere il diritto a praticare l'aborto o l'obbligo a finanziarlo", senza eccezioni per incesto, stupro o pericolo di vita per la donna. La Virginia ha a sua volta approvato una misura che vieta i fondi pubblici per le Ivg, che non sono più protette dalla Costituzione. Scelte che potrebbero impedire il diritto all'aborto per le donne, se la Corte suprema, che ora pende decisamente in campo conservatore, tornasse sulla storica Roe v. Wade che lo legalizzò nel 1973. I cattolici esultano anche per l'autorizzazione, in Alabama, di affiggere i 10 comandamenti nelle scuole e in altri edifici pubblici.

In Florida cambia la regola sul voto per gli ex detenuti: potranno votare, a meno che siano stati condannati per omicidio o alcuni reati sessuali. In Colorado è stata abrogata una anacronistica misura che consentiva di punire reati con la "schiavitù". Sono passate anche nuove regole a difesa dell'ambiente: il Nevada obbliga i produttori pubblici di elettricità ad aumentare la parte di energia rinnovabile al 50% entro il 2030. Infine, i difensori dei diritti degli animali celebrano il divieto in Florida entro il 2020 delle corse dei levrieri, e Missouri e Arkansas hanno scelto di alzare il salario minimo.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata