Usa, maxi attacco hacker: accusati 5 cittadini cinesi

Washington (Usa), 16 set. (LaPresse/AP) - Il Dipartimento di Giustizia Usa ha accusato cinque cittadini cinesi di aver effettuato attacchi hacker contro più di 100 aziende e istituzioni negli Stati Uniti e altrove, comprese società di social media e videogiochi, nonché università e fornitori di telecomunicazioni. I cinque imputati sono latitanti, ma i pubblici ministeri hanno affermato che due uomini d'affari malesi, accusati di aver cospirato con i presunti hacker, per trarre profitto dagli attacchi alle società di videogiochi, sono stati arrestati in Malesia questa settimana e dovranno ora affrontare un procedimento di estradizione.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata