Usa, la tempesta Nor'easter porta neve e vento, 1.200 voli cancellati

Dalla nostra corrispondente Valeria Rubino

New York (New York, Usa), 8 nov. (LaPresse) - A poco più di una settimana dall'uragano Sandy, la nuova tempesta Nor'easter sta continuando a flagellare gli Stati di New York, New Jersey e Connecticut con forti venti, pioggia, neve e pericolo di ulteriori allagamenti. Circa 1200 voli sono stati cancellati e diversi residenti sono stati costretti ad abbandonare nuovamente le proprie abitazioni come misura preventiva, mentre oltre 620 pazienti di alcune cliniche e case di riposo sono stati trasferiti. Con oltre 650mila utenze ancora senza energia elettrica sulla East Coast, incluse 423mila abitazioni del New Jersey ed oltre 66mila nella città di New York, le autorità sono preoccupate del possibile impatto della nuova tempesta sulle abitazioni già danneggiate e senza riscaldamento né corrente. Il freddo è un problema grave anche per tutte le persone che hanno perso la propria casa a causa di Sandy. Nor'easter è più debole di quanto previsto, ma è riuscita a ricoprire di neve New York ed altre città. Le temperature sono arrivate sotto lo zero ed i venti sono forti e gelidi. "Viviamo secondo il motto 'preparati al peggio, spera nel meglio' ed è esattamente ciò che stiamo facendo" ha commentato il governatore dello Stato di New York Andrew Cuomo. "Abbiamo circa 350mila persone nello Stato di New York senza corrente elettrica. Un numero che è sceso molto rispetto ai 2,1 milioni. Ma non è comunque accettabile" ha aggiunto il governatore. Chris Christie, governatore del New Jersey, ha fatto sapere che i residenti che hanno nuovamente l'energia elettrica rischiano di perderla di nuovo a causa del maltempo. "Il fatto che ci sono 2,1 milioni di persone che hanno di nuovo la luce non significa nulla per chi è ancora al buio. Siete contenti per i vostri vicini, ma non sarete davvero soddisfatti fino a quando non riavrete luce e riscaldamento, lo riconosco". Secondo la Federal Management Agency, negli Stati di New York e New Jersey 95mila persone possono richiedere abitazioni d'emergenza. Nella città di New York non ci sono state questa volta evacuazioni obbligatorie. Intanto, la neve continua a cadere sulle case danneggiate della città e delle aree limitrofe, ma anche sui detriti e sulle macerie lasciati da Sandy. Per fortuna, non ci sono stati allagamenti a New York durante il primo ciclo di alta marea. La città ha anche chiuso tutti i parchi e le spiagge da mezzogiorno di mercoledi. La nuova tempesta ha già causato 22mila nuovi blackout nelle regioni del Mid-Atlantic e nord-est.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata