Usa, la polizia uccide un 28enne nero a Los Angeles: si teme nuova tensione

Los Angeles (California, Usa), 14 dic. (LaPresse/Reuters) - Si teme il riaccendersi di tensioni negli Stati Uniti, dopo che online è stato diffuso il video di un afroamericano ucciso dalla polizia nella contea di Los Angeles. Due agenti del dipartimento locale hanno ucciso sabato a colpi d'arma da fuoco il 28enne Nicholas Robertson, nel sobborgo di Lynwood appena fuori Los Angeles. I due poliziotti hanno sostenuto che l'uomo non abbia rispettato l'ordine di lasciare la pistola che impugnava, quando glielo hanno intimato. Sui fatti è in corso una indagine, anche a seguito delle tensioni che nell'ultimo anno hanno caratterizzato le proteste contro la polizia, accusata di uso eccessivo della forza e discriminazione dei neri.

Il dipartimento di polizia ha riferito che due testimoni hanno detto di avere visto il sospetto rivolgere la pistola contro gli agenti, prima della sparatoria. Questi hanno sparato 33 colpi contro Robertson, dichiarato morto sul posto. Un'arma è stata recuperata vicino al cadavere. Il video, pubblicato online dall'emittente locale Ktla, mostra due agenti che sparano contro un uomo che cammina per allontanarsi da loro. Quando gli spari finiscono, si vede l'uomo strisciare per terra in direzione contraria ai poliziotti, che aprono di nuovo il fuoco. "Quando gli sparano alle spalle e lo vedo cadere, quella per me è ingiustizia", ha detto la suocera dell'uomo, Pamela Brown, a Ktla.

Fonte Reuters - Traduzione LaPresse

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata