Usa, insulta gay a Greenwich Village a New York, poi spara e lo uccide

New York (New York, Usa), 19 mag. (LaPresse/AP) - Un uomo ha rivolto insulti omofobici contro un giovane omosessuale che camminava con un compagno al Greenwich Village a New York, a Manhattan, poi ha estratto un revolver e lo ha ucciso. A raccontare la dinamica dell'accaduto è la polizia: pare che l'uomo abbia seguito la vittima e l'amico e abbia chiesto loro se volevano morire; pochi secondi dopo avrebbe aperto il fuoco. La sparatoria è avvenuta ieri ed Elliot Morales, questo il nome del responsabile, è comparso oggi davanti alla Corte criminale di Manhattan, dove è stato accusato di crimine d'odio per l'omicidio. La vittima si chiamava Mark Carson e aveva 32 anni. Ben Petok, portavoce della procura distrettuale di Manhattan, ha detto che Morales non si è dichiarato né colpevole né innocente e dovrà presentarsi in tribunale giovedì.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata