Usa, incriminato vescovo di Kansas City che coprì prete pedofilo

Kansas City (Kansas, Usa), 14 ott. (LaPresse/AP) - Il vescovo di Kansas City, Robert Finn, è stato incriminato per non avere denunciato un prete, Shawn Ratigan, sul cui computer era stato scoperto materiale pedopornografico. Il vescovo, che guida la diocesi cattolica di Kansas City-St.Joseph e si è dichiarato non colpevole, diventa così il più alto ufficiale della Chiesa cattolica statunitense ad essere accusato per non aver protetto bambini. Finn ha riconosciuto che, nei cinque mesi precedenti le accuse rivolte a Ratigan, lui e altri funzionari religiosi sapevano delle centinaia di "inquietanti" foto di bambini sul computer del parroco. Tuttavia, non denunciò il fatto alla polizia. Lo stesso Ratigan si è dichiarato non colpevole per le diverse accuse di pornografia infantile rivoltegli. Secondo Jean Peters Baker, procuratore della contea di Jackson, Finn aveva "il ragionevole motivo" di sospettare che, in seguito al ritrovamento delle immagini, un bambino potesse avere subito abusi e per questo avrebbe dovuto avvisare la polizia.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata