Usa, in Texas eseguita 500esima esecuzione capitale

Huntsville (Texas, Usa), 27 giu. (LaPresse/AP) - Il Texas ha eseguito nella notte italiana la sua 500esima esecuzione capitale. A essere portata sul lettino per l'iniezione letale a Huntsville è stata Kimberly McCarthy, condannata per rapina e omicidio, la prima donna a essere uccisa nella camera della morte nello Stato dal 2010. È stata pronunciata morta 20 minuti dopo che il personale del carcere ha iniziato a somministrarle la dose letale di pentobarbital. Nella sua dichiarazione prima di essere uccisa ha detto di amare i suoi cari e accennato alla sua fede in Dio. Il Texas ha eseguito quasi il 40% delle 1.300 esecuzioni praticate negli Usa da quando la Corte suprema concesse la ripresa della pena capitale nel 1976.

Nello Stato è stata ripresa nel 1982. Negli Usa sono ancora 32 gli Stati ad applicare la pena di morte, mentre il dibattito sulla questione è acceso da tempo. Fuori dal carcere dove Kimberly McCarthy è stata uccisa, circa 40 persone hanno protestato cantando, scandendo slogan ed esponendo cartelli che portavano scritte come 'Pena di morte: razzista e contro i poveri' e 'Smettete di uccidere per fermare gli omicidi'. Le proteste contro la pena di morte in Texas sono rare.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata