Usa, in 5mila ricordano pestaggio razziale 1965 che portò a Voting act

Selma (Alabama, Usa), 4 mar. (LaPresse/AP) - Oltre cinquemila persone si sono unite ieri al vice presidente Usa Joe Biden e ai leader di colore nella città di Selma, in Alabama, per l'annuale attraversamento del ponte Edmund Pettus. L'evento è organizzato per commemorare il pestaggio del 1965 di alcuni dimostranti che manifestavano per il diritto di voto, episodio noto negli Stati Uniti come 'Bloody sunday' che diede una spinta tale al movimento per i diritti civili da costringere il Congresso ad approvare nello stesso anno il Voting rights act. Biden, primo vice presidente in carica a partecipare alla sfilata, è intervenuto dicendo che nulla ha contribuito alla formazione della sua coscienza come la trasmissione in tv delle immagini del pestaggio. "Allora vedemmo che l'odio razziale, la discriminazione e la violenza erano ancora presenti in ampie zone del Paese", ha detto Biden alla manifestazione. Al fianco di Biden, in testa al corteo, c'era il deputato democratico della Georgia John Lewis, che era presente alla marcia del 1965. Il Voting rights act, approvato dopo il pestaggio, abolì ogni restrizione al voto per gli afro-americani e pose quindi fine al fattivo dominio dei bianchi nel sud degli Stati Uniti.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata