Usa, Gop investe 10 mln dollari per recuperare voto minoranze etniche

Washington (Usa), 17 mar. (LaPresse/AP) - Una spesa di 10 milioni di dollari per recuperare il terreno perduto tra le minoranze nera, ispanica e asiatica degli Stati Uniti. E' la cifra che il Comitato nazionale del partito repubblicano ha deciso di investire per promuovere il proprio partito dopo che nel 2012 il voto delle minoranze etniche si è spostato prevalentemente a sostegno dei democratici. Il piano prevede di pagare centinaia di esponenti delle etnie in cui i repubblicani sono deboli affinché facciano propaganda per il Gop. Il presidente del Comitato, Reince Priebus, ha riferito che oggi è stato deciso anche di accorciare il calendario per la nomina del candidato presidente del 2016 limitando il numero di dibattiti nelle primarie. Secondo Priebus, infatti, troppe discussioni farebbero uscire all'esterno l'immagine di un partito litigioso. Inoltre, in questo modo i repubblicani avrebbero il proprio candidato da giugno, già pronto per affrontare la campagna elettorale. "Mitt Romney è stata un'anatra zoppa nei due mesi estivi", ha affermato Priebus. Per quanto riguarda il piano sulle minoranze, il presidente dell'organismo dei repubblicani ha spiegato che "comprenderà centinaia di persone, pagate per andare in tutto il Paese, da costa a costa, parlando del nostro partito e di ciò in cui crediamo a ispanici, afroamericani e comunità asiatica". La mossa è arrivata a seguito di un'inchiesta del Gop sul fallimento delle ultime elezioni presidenziali. A coordinare l'indagine c'erano anche Ari Fleischer, responsabile per la stampa della Casa Bianca con George W. Bush, e Sally Bradshaw, una stratega veterana e consigliera del governatore della Florida, Jeb Bush. L'inchiesta ha ascoltato le opinioni di 50.000 membri del partito repubblicano. Secondo i dati di Associated Press, i bianchi non ispanici perderanni la maggioranza nel Paese intorno al 2043.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata