Usa, generale Allen sotto inchiesta in caso Petraeus

Washington (Usa), 13 nov. (LaPresse/AP) - Il generale John Allen, comandante delle forze Isaf in Afghanistan, è sotto indagine per presunte "comunicazioni inappropriate" con Jill Kelley nell'ambito dello scandalo che ha colpito David Petraeus. Kelley, amica dell'ex direttore della Cia, dice di aver ricevuto email minacciose dall'amante di lui, Paula Broadwell. La notizia è stata annunciata dal segretario della Difesa statunitense, Leon Panetta, secondo cui l'Fbi ha trasferito domenica il caso al Pentagono. Lo stesso Panetta ha poi ordinato ieri l'apertura dell'indagine. Petraeus si è dimesso dall'incarico venerdì scorso, ammettendo di aver avuto una relazione extraconiugale con la Broadwell, sua biografa.

È stato un funzionario della Difesa che ha acconsentito a rivelare le informazioni, ma solo a condizione di rimanere anonimo a causa dell'indagine in corso. La fonte ha sottolineato che le comunicazioni inappropriate si sono appunto tenute tra Allen e Kelley, la quale lavorava alla MacDill Air Force base in Florida, sede del quartier generale del comando centrale Usa. Petraeus ha riferito ad amici e colleghi della sua amicizia con la Kelley e il marito Scott, chirurgo, che andava spesso a trovare nella loro casa di Tampa Bay, in Florida. La relazione tra l'ex generale e la biografa iniziò nel 2011, due mesi dopo la nomina di Petraeus alla Cia.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata