Usa, eseguite condanne a morte in Georgia e Missouri: le prime dopo orrore Oklahoma

Jackson (Georgia, Usa), 18 giu. (LaPresse/AP) - Le autorità degli Stati americani di Georgia e Missouri hanno eseguito la pena di morte nei confronti di due detenuti accusati di omicidio. Si è trattato delle prime esecuzioni da quella del 29 aprile scorso in Oklahoma, quando un detenuto era morto d'infarto 20 minuti dopo l'interruzione della procedura.

In Georgia il 59enne Marcus Wellons ha ricevuto un'iniezione letale la notte scorsa, dopo che erano stati respinti gli appelli presentati dai suoi avvocati. L'uomo è stato dichiarato morto alle 23.56 ora locale (le 5.56 in Italia). Durante l'esecuzione, durata intorno ai 35 minuti, non ci sono state complicazioni e Wellons è rimasto sdraiato con gli occhi chiusi mentre gli veniva somministrato il farmaco letale, il pentobarbital. L'uomo fu condannato a morte nel 1993 per aver stuprato e ucciso nel 1989 una sua vicina di casa 15enne.

In Missouri John Winfield ha ricevuto l'iniezione letale nel carcere di Bonne Terre alle 00.01 ora locale (le 7.01 in Italia) ed è stato pronunciato morto nove minuti dopo. Si è trattato della quinta esecuzione nello Stato dall'inizio dell'anno. Il 46enne ha fatto quattro o cinque respiri profondi mentre gli veniva somministrato il farmaco letale. L'uomo si era rifiutato di fare una dichiarazione finale e di mangiare il suo ultimo pasto. Nel 1996 Winfield colpì Carmelita Donald, la sua ex fidanzata e madre di due dei suo figli, alla testa, facendole perdere la vista, e uccise due amiche della donna, Arthea Sanders e Shawnee Murphy. Oggi in Florida è in programma un'altra esecuzione di un detenuto condannato a morte per omicidio, John Ruthell Henry.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata