Usa, dibattito Obama su riforma armi: È crisi nazionale
Durante il faccia a faccia il presidente ha ripetutamente attaccato il potente gruppo di pressione della National Rifle Association

Il presidente Usa Barack Obama ha difeso il piano contro la violenza legata alle armi facili nel Paese in un dibattito pubblico in un'università della Virginia trasmesso dalla Cnn. Un dibattito anticipato e pubblicizzato da una lettera aperta del presidente pubblicata dal New York Times in cui definisce "l'epidemia della violenza delle armi" come una vera e propria "crisi nazionale" che ha bisogno di una "risposta nazionale".

 

Obama ha approfittato del dibattito per fare un ennesimo appello ai cittadini per appoggiare la sua riforma ma si è rivolto anche ai possessori di armi, che appoggino il piano "di buon senso" per ridurre le morti violenti negli Stati Uniti. Durante il faccia a faccia il presidente ha ripetutamente attaccato il potente gruppo di pressione della National Rifle Association (Nra), cha rifiutato di partecipare all'incontro convinta che si trattasse solo di "pubbliche relazioni orchestrate dalla Casa Bianca". In questo senso, il presidente ha liquidato la tesi che egli intenda confiscare le armi come un "complotto" fatto circolare per motivi politici o commerciali.

 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata