Usa, condannato all'ergastolo il killer dell'American Sniper

Stephenville (Texas, Usa), 25 feb. (LaPresse/Reuters) - È stato condannato all'ergastolo negli Stati Uniti Eddie Ray Routh, il 27enne accusato di avere ucciso l'American sniper Chris Kyle, cioè il cecchino dei Navy Seals la cui autobiografia ha ispirato l'ultimo film diretto da Clint Eastwood. Una giuria del Texas ha riconosciuto Routh colpevole di avere sparato diverse volte contro Kyle e un amico di lui, Chad Littlefield, uccidendoli a febbraio 2013 in un poligono di tiro 110 chilometri a sudovest di FortWorth.

Secondo i procuratori, l'ex Marine avrebbe attaccato i due da dietro, aspettando prima che Kyle scaricasse completamente la sua arma al poligono. Gli avvocati della difesa, invece, hanno provato ha ottenere la dichiarazione di innocenza per Routh, sostenendo che sia affetto da schizofrenia paranoide e abbia mostrato segni di psicosi. "Ha ucciso quegli uomini perché ha avuto una delusione. Credeva dentro di sé che lo avrebbero ucciso", ha detto nelle argomentazioni finali Warren St. John.

La giuria ha discusso per due ore prima di raggiungere il verdetto. La vedova di Chris Kyle, Taya Kyle, è uscita dall'aula sbattendo la porta mentre la difesa stava pronunciando le sue argomentazioni finali. I giurati hanno visionato alcuni video della polizia in cui Routh confessava gli omicidi in un discorso sconclusionato e hanno ascoltato l'audio di una telefonata fatta in prigione a un giornalista, in cui raccontava di avere ucciso per primo Littlefield, dicendo che era arrabbiato del fatto che fosse venuto al poligono. Routh, vestito con un abito scuro, durante gran parte del processo ha preso degli appunti. Non ha testimoniato ed è agli arresti fin da quando è stato fermato poche ore dopo la sparatoria.

L'American sniper Chris Kyle diventò il cecchino dell'esercito Usa ad avere ucciso il maggior numero di persone e nel suo Stato di origine, il Texas, è stato mitizzato. È diventato conosciuto soprattutto per il film intitolato appunto 'American sniper', in cui la parte del cecchino viene interpretata da Bradley Cooper. Dopo avere lasciato l'esercito Kyle, che ha dovuto affrontare dei problemi psicologici, cominciò ad aiutare i veterani con difficoltà e il giorno della sua uccisione, insieme al suo vicino di casa Littlefield, aveva portato Routh al poligono. Al cimitero di Stato del Texas ad Austin, dove Kyle è sepolto insieme ad altre figure importanti della storia dello Stato, la sua tomba è stata la più visitata da quando il suo corpo vi è stato portato nel 2013 con una lunga processione che si è snodata sull'autostrada del Texas per circa 300 chilometri.

Fonte Reuters - Traduzione LaPresse

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata