Usa, clinica degli orrori: medico abortista colpevole di 3 omicidi

Philadelphia (Pennsylvania, Usa), 13 mag. (LaPresse/AP) - Il dottor Kermit Gosnell, medico di Philadelphia responsabile di un centro soprannominato 'clinica degli orrori', è stato giudicato colpevole di omicidio premeditato per la morte di tre bambini. Il medico 72enne è stato anche dichiarato colpevole di omicidio colposo per la morte di una paziente causata da overdose di farmaci, mentre è stato assolto per la morte di un quarto bimbo. L'accusa sostiene che Gosnell abbia fatto nascere i tre bambini per poi tagliare loro la spina dorsale all'altezza del collo con delle forbici. Il medico era anche accusato di aver violato la legge sull'aborto della Pennsylvania, per aver effettuato interruzioni di gravidanza dopo le 24 settimane consentite dalla legge.

Il bambino per la cui morte è stato alla fine assolto, affermano inoltre i procuratori, aveva emesso solo un breve vagito prima che Gosnell eseguisse il taglio. La difesa del medico ha sempre sostenuto che nella clinica non sia mai nato vivo alcun bambino. I crudi dettagli sui decessi dei neonati sono emersi oltre due anni fa, quando le autorità scoprirono borse e bottiglie contenenti feti nella clinica, in pessime condizioni igieniche e in cui venivano riutilizzati strumenti non sterili. Per gli infanticidi, i pubblici ministeri hanno richiesto la pena di morte. Secondo le accuse, Gosnell ha guadagnato milioni di dollari in tre decenni effettuando migliaia di aborti pericolosi, di cui molti con tempistiche illegali. La clinica non aveva infermieri o medici oltre a Gosnell, che era un medico di famiglia.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata