Usa, cessato allarme alla Casa Bianca dopo sparatoria
Il sospetto, colpito dagli agenti, è stato arrestato e trasportato in un ospedale locale con ferite gravi

Allarme cessato alla Casa Bianca. La residenza non è più isolata, dopo che un sospetto è stato fermato per una sparatoria avvenuta nei pressi del complesso

Il sospetto è stato colpito con un proiettile all'addome da agenti dei servizi segreti e poi è stato arrestato. L'uomo, secondo quanto riferito dai servizi di emergenza medica di Washington, è stato trasportato in un ospedale locale con ferite gravi.  

Secondo quanto raccontato da un testimone, il texano 26enne Brett Polivka, che si trovava sul posto insieme alla fidanzata, l'uomo brandiva una pistola argentata puntandola verso terra. Il sospetto sembrava avere circa 25 anni.

Al momento della sparatoria il presidente degli Stati Uniti Barack Obama non si trovava nella residenza ma alla Andrew Air Force Base. Era presente, invece, il vicepresidente Joe Biden che è stato portato in un luogo sicuro.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata