Usa, capo agenzia Usaid annuncia: Lascerò incarico a febbraio

Washington (Usa), 17 dic. (LaPresse/AP) - Il capo dell'agenzia governativa statunitense Usaid (Agenzia per lo sviluppo internazionale), Rajiv Shah, si dimetterà a febbraio. Lo ha annunciato lui stesso in una nota, in cui non fornisce alcuna motivazione per la decisione ma si dice "più fiducioso che mai nell'effetto duraturo del nostro lavoro". Shah ricopre l'incarico dal 2010. Nonostante i compiti di Shah non siano mai stati facili, lui "incarna i valori più raffinati dell'America", ha commentato il presidente degli Stati Uniti, Barack Obama. Negli ultimi mesi Usaid è finita al centro di polemiche dopo che ad aprile Associated Press rivelò che l'agenzia aveva lavorato per creare un 'Twitter cubano' mirato a diffondere proteste contro il governo cubano.

Dall'inchiesta di AP emerse in particolare che dal 2009 per circa due anni gli Usa portarono avanti il progetto di un social network simile a Twitter e soprannominato 'Zunzuneo', del quale provarono a diffondere l'uso a Cuba per alimentare le proteste contro il castrismo e aggirare i controlli del governo su internet. Inoltre ad agosto, da una seconda indagine di Associated Press, emerse che sempre Usaid aveva inviato latinoamericani proprio per alimentare il dissenso a Cuba, utilizzando come copertura anche programmi sanitari e altre tecniche per mascherare il coinvolgimento degli Stati Uniti. Infine lo scorso 11 dicembre AP ha rivelato che il piano di Usaid prevedeva anche di infiltrarsi nel mondo hip-hop di Cuba per creare un movimento giovanile contro il governo dell'Avana.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata