Usa, bocciato piano armi: Giffords furiosa, dolore familiari Newtown

Washington (Usa), 18 apr. (LaPresse/AP) - La bocciatura da parte del Senato del piano mirato ad aumentare i controlli sulle armi ha scatenato l'ira dell'ex deputata democratica Gabrielle Giffords, ferita alla testa nella sparatoria di Tucson a gennaio del 2011, e dei familiari delle vittime della strage di Newtown, in Connecticut. In un editoriale pubblicato sul sito del New York Times la Giffords si è detta "furiosa", accusando di "codardia" i senatori che hanno votato contro la proposta e affermando che le loro decisioni "si basano su un timore politico e su freddi calcoli riguardo ai soldi di lobby come la National Rifle Association". La Giffords e i familiari delle vittime di Newtown hanno accompagnato il presidente Barack Obama durante un intervento nel Giardino delle rose della Casa Bianca dopo il voto del Senato. "I nostri cuori sono affranti, ma non il nostro spirito", ha detto Mark Barden, il padre di Daniel, un bimbo di 7 anni ucciso nella scuola Sandy Hook. Obama ha promesso infatti che la campagna "non è finita" e alcuni sostenitori della riforma hanno suggerito che le misure saranno sottoposte nuovamente al Senato.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata