Usa, Apple lavora a misure contro violazione blocco iPhone
Cook: Richiesta sblocco iPhone equivalente software del cancro

Apple sta lavorando allo sviluppo di misure di sicurezza per rendere più difficile da parte del governo penetrare negli iPhone bloccati, come è stato invece disposto nel caso del cellulare del responsabile della strage di San Bernardino. Lo rivela il New York Times citando persone vicine alla compagnia.

Il ceo di Apple Tim Cook ha infatti ribadito che violare l'iPhone del killer di San Bernardino sarebbe "un male per l'America" e stabilirebbe un precedente legale che potrebbe ledere molti americani. "Alcune cose sono difficili, e alcune cose sono giuste, e alcune cose sono entrambe - questa è una di quelle cose", ha detto Cook alla ABC News nella sua prima intervista dopo l'ordine del tribunale, spiegando di voler parlare direttamente col presidente Obama della questione per portarla su "su un percorso migliore". Per l'ad di Apple la richiesta di sblocco del governo è "l'equivalente software del cancro", e la compagnia è perciò pronta ad andare "fino in fondo", arrivando fino alla Corte Suprema se fosse necessario.

Fonte Reuters - Traduzione LaPresse

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata