Usa: Al-Saadi Gheddafi sotto sorveglianza in Niger

Washington (Usa), 12 set. (LaPresse/AP) - Al-Saadi Gheddafi è in Niger e le autorità "sono in processo di portarlo, se già non lo hanno portato, nella capitale Niamey, dove hanno intenzione di tenerlo sotto sorveglianza". Così la portavoce del dipartimento di Stato Usa Victoria Nuland, che parlando da Washington ha confermato che il terzogenito del colonnello non è più in Libia, ma è stato appunto intercettato nel deserto che si estende nel nord del Niger.

Ieri il ministro della Giustizia e portavoce del governo nigerino Morou Amadou aveva rivelato che un convoglio con a bordo al-Saadi era stato intercettatto dai soldati mentre si dirigeva verso sud. "Abbiamo permesso loro di entrare nel Paese per motivi umanitari - ha spiegato Amadou oggi ad Associated Press - in quanto non possiamo rimandarli indietro in una zona di guerra". Il portavoce ha cercato di giustificare il suo governo, criticato per aver dato ospitalità a molte figure importanti dell'ex regime.

Nuland ha ricordato tuttavia che al-Saadi, terzogenito del colonnello, non compare sulla lista delle persone colpite dalle sanzioni delle Nazioni unite e ha fatto notare che il governo del Niger si è offerto di collaborare con il Cnt sui casi che coinvolgeranno i lealisti fuggiti in Libia. Sulla testa di al-Saadi, 38 anni, non pende nessun mandato d'arresto della Corte penale internazionale, che ricerca invece il raìs e un altro figlio, Saif al-Islam

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata