Usa accusano Russia: Testato missile, violato trattato armi nucleari

Washington (Usa), 29 lug. (LaPresse/AP) - L'amministrazione Obama accusa la Russia: ha violato il trattato sul controllo delle armi del 1987, ed è "una questione molto seria". Un funzionario Usa ha informato Mosca della sua conclusione, dovuta al test di un nuovo missile 'cruise'. L'argomento è aperto per Washington da diversi anni, ma sinora gli Usa non avevano mai rivolto accuse pubbliche. Le autorità russe dicono di avere già verificato e di considerare chiusa la questione. L'accusa arriva mentre le relazioni sono già tese tra il presidente americano Barack Obama e quello russo Vladimir Putin, a proposito della questione in Ucraina.

Il New York Times, che per primo ha riportato la posizione Usa, ha riferito che Obama ha scritto in proposito a Putin ieri. Il trattato sul controllo delle armi prevede che le due parti siano obbligate a distruggere, entro tre anni da quando nel 1988 entrò in vigore, tutti i loro missili balistici e da crociera, da lanciare da terra e con raggio tra 500 e mille chilometri e tra mille e 5.500 chilometri.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata