Usa, accordo su fiscal cliff in extremis: misura approvata al Senato

Washington (Usa), 1 gen. (LaPresse/AP) - Dopo ore e giorni di estenuanti trattative, Casa Bianca e repubblicani sono riusciti a strappare un'intesa per evitare il fiscal cliff. Il provvedimento, che prevede tra le altre misure una estensione dei tagli alle tasse sul reddito per i singoli che guadagnano meno di 400mila dollari all'anno, e le coppie che ne guadagnano meno di 450mila, è stato approvato al Senato qualche ora dopo la mezzanotte, con 89 voti a favore e 8 contrari. E adesso attende il voto della Camera, che si riunirà oggi a partire da mezzogiorno ora locale. Fondamentale per il raggiungimento dell'accordo è stato il ripetuto confronto tra il leader della minoranza repubblicana al Senato, Mitch McConnell, e il vice presidente Joe Biden.

Tra le misure previste dal provvedimento, che rinvia i tagli alla spesa pubblica di due mesi, un aumento della tassa di successione, il mantenimento delle aliquote per la minumum tax, l'estensione per cinque anni dei crediti di imposta per l'infanzia e quella per i benefici legati all'indennità di disoccupazione per chi è senza lavoro da almeno un anno. Una modifica dell'ultimo minuto, blocca inoltre un aumento di 900 euro nello stipendio dei membri del Congresso che sarebbe dovuto entrare in vigore a marzo.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata