Usa, 2.000 ex procuratori chiedono dimissioni ministro Barr

Milano, 18 feb. (LaPresse) - Una crisi di credibilità sta scuotendo il dipartimento di Giustizia degli Stati Uniti. E' salito a 2mila il numero di ex funzionari della Giustizia che chiedono le dimissioni del ministro William Barr. Lo riferisce la Cnn.

I funzionari sarebbero sgomenti per la gestione del procuratore generale sul caso Roger Stone, confidente di lunga data del Presidente, coinvolto nel Russiagate. La Casa Bianca ha tuttavia dichiarato lunedì che Trump ha ancora piena fiducia in Barr.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata